Sirshasana

la posizione sulla testa

ESECUZIONE:
E' una delle posizioni più difficili per i principianti, ed è bene avvicinarsi ad essa per gradi, anche perché è una delle asana più utili, e lo sforzo di imparare vale davvero la pena.

Ci mettiamo carponi con le mani a canestro sul pavimento. Appoggiamo la testa sulle mani, e con uno slancio ci mettiamo in posizione verticale, distendendo l'intero corpo (come illustrato nelle figure).

Restiamo in questa posizione per qualche minuto (fino a quando sentiamo che basta), poi scendiamo lentamente, cominciando a piegare i piedi.

Importante non scendere tutto insieme, e non rialzarsi in fretta. Questo vanificherebbe tutti gli effetti positivi dell'esercizio.

Come tutti gli esercizi capovolti, deve essere evitato da chi soffre di pressione alta.






BENEFICI:
L'esercizio è difficile, e non si riesce a padroneggiare in un giorno, tuttavia gli effetti positivi sono molteplici.

Rispetto alle altre due posizioni capovolte, qui è il cervello che riceve il maggior flusso di sangue. E' un esercizio che si può fare fino a tarda età, e che dà un enorme contributo a mantere il cervello in efficienza, dal momento che tutte le sue cellule ricevono sangue.

Gli effetti salutari sono innumerevoli, troppi per elencarli tutti, ma è soprattutto il beneficio per il cervello che rende questo asana straordinario.

Se si soffre di qualsiasi genere di patologia, evitare anche solo di provare questi esercizi senza la guida di un insegnante esperto.



  1. Posture - Asana (torna alla pagina delle posture)

  2. TuttoYoga (torna alla pagina principale)

© Copyright TuttoYoga.com